Bambù da appartamento: consigli per la coltivazione

0

Posted by Vigorplant | Posted in La Mia Casa | Posted on 19-12-2017

Tag:

Bambù da appartamento

Mai pensato di coltivare i Bambù da appartamento? Sono piante di grande effetto, per questo sono molto apprezzate sia per i giardini, dove possono diventare delle perfette barriere antivento, sia sempre di più come piante da interno.

Per coltivarli in vaso meglio affidarsi alle varietà di piccola taglia; se avete una veranda c’è più scelta, in quanto si possono far crescere bene anche le varietà tropicali. Gli elementi indispensabili per far si che il vostro Bambù non deperisca sono la luce e l’umidità.

BAMBU’ DA APPARTAMENTO: ATTENZIONE ALL’ACQUA

Per i Bambù da appartamento, quindi coltivati in vaso, è necessario un buon drenaggio per evitare che deperisca per asfissia, quindi è fondamentale che il contenitore sia dotato di uno o più fori per eliminare l’acqua in eccesso. Questa eliminazione è facilitata dalla posa, sul fondo, di un letto di ghiaia se possibile ricoperto da un feltro da giardinaggio. Anche il substrato dovrà facilitare il drenaggio pur trattenendo l’umidità.

Dalla primavera e per tutta l’estate il Bambù va annaffiato abbondantemente ma senza lasciare ristagni idrici nel sottovaso. A partire dall’autunno si possono iniziare a diradare le irrigazioni ed  effettuarle solo quanto basta per non fare seccare il terreno.

Molto importante anche la dimensione del vaso che oltre ad essere largo deve essere sufficientemente profondo da consentire all’apparato radicale di svilupparsi. Indicativamente per i Bambù nani occorre garantire una profondità di almeno 35-40 cm; per quelli medi 70-80 cm per quelli più grandi di almeno 80-100 cm.

Alcune specie che ben si prestano alla coltivazione in vaso sono la Bambusa glaucescens Elegans dal portamento compatto e fogliame ricadente, o la Chimonobambusa marmorea, più resistente al gelo.

Write a comment