II bonsai volante

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Terrazzo | Posted on 26-01-2016

Tag:

Un bonsai galleggiante nell’aria? Non è uno scherzo o una finzione inventata grazie a Photoshop. Air Bonsai è il concept di un team di designer giapponesi; nelle radici e nel vaso ci sono dei magneti che provocano un campo di forze in grado di sostenere il peso della minuscola pianta e farla fluttuare nell’aria… magicamente.air bonsai air bonsai

CURA DEI BONSAI D’ESTATE

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Terrazzo | Posted on 08-08-2013

Tag:

bonsai flicker

source:http://goo.gl/WPa2wC

D’estate i bonsai da interno possono essere spostati all’aperto, in giardino, sul terrazzo o  sul davanzale. L’importante è collocarli in un luogo ombreggiato, riparato dal sole diretto e bagnarli con regolarità, ma bisogna farlo correttamente.

La maggior parte dei vasi da bonsai è forata, per cui l’acqua in eccesso defluisce mentre la pianta trattiene l’acqua di cui ha bisogno. Meglio comunque scegliere un annaffiatoio specifico per bonsai, con caduta a pioggia, che permette di far cadere l’acqua delicatamente sul terriccio senza creare buche.

Soprattutto nelle zone più calde, si può alternare la classica irrigazione con l’immersione diretta del  vaso nell’acqua fino a raggiungere il bordo superiore del vaso; bisogna lasciare il vaso nell’acqua fino a quando non si sarà bagnata la superficie superiore del terriccio. Quindi togliere il vaso e lasciarlo scolare senza sottovaso.

Si può anche rinfrescare la chioma con spruzzi d’acqua nebulizzata.

Il bonsai, vivendo in un piccolo contenitore, ha la necessità di essere concimato regolarmente da marzo a giugno e da settembre a ottobre. In luglio e agosto e tra novembre e febbraio è invece meglio sospendere.

Durante i periodi di crescita inoltre, durante i quali si allungano velocemente nuovi germogli e se non vengono controllati, stravolgono completamente l’estetica del bonsai, sarà necessario intervenire con la cimatura, per mantenere il bonsai nella sua forma originaria. È  importante lasciar passare qualche mese tra una cimatura e l’altra.

Scelta e cura dei Bonsai

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Terrazzo, La Mia Casa | Posted on 02-05-2013

Tag:

source:http://goo.gl/8hHqz

source:http://goo.gl/8hHqz

Se avete deciso di abbellire la vostra casa con un bonsai, ecco qualche utile indicazione che potrà aiutarvi nella scelta e nella cura.

Il primo passo da compiere è decidere quale pianta acquistare. Meglio evitare gli esemplari più difficili per le loro particolari esigenze o l’eccessiva fragilità e delicatezza. Ma è anche importante imparare a riconoscere le caratteristiche di un buon bonsai, che dovrà avere uno stile definito e una chioma armoniosa con fogliame o aghi di piccola dimensione. Altro elemento fondamentale è che la pianta abbia una buona triangolarità: i bonsai si ispirano alle leggi naturali, con i rami posti più in basso che si allargano per cercare luce.

Per fortuna esistono alcuni tipi di bonsai che non necessitano particolari esigenze, ma vantano comunque forme affascinanti . Un poco più complicato è avviarsi verso la coltivazione di specie caducifoglie, e per questo potrebbe essere utile seguire un corso specifico.

All’inizio meglio preferire quindi le specie più classiche e facili, per esempio la Murraya paniculata, è un buon bonsai d’interno per principianti: i fiori, bianchi e profumati, ricordano quelli del gelsomino, mentre le piccole bacche, che si formano in estate, sembrano arance in miniatura. Si adatta agli stili eretto, inclinato, prostrato, a cascata.

Facile anche Ficus retusa, che vive bene in casa, in piena luce, e d’estate all’aperto, all’ombra luminosa dove il fogliame riduce le dimensioni favorendo la sua bellezza miniaturizzata.

Tra le tante specie adatte per neofiti c’è la Crassula arborescens, succulenta robusta e molto decorativa, che si forma con facilità e con un naturalissimo aspetto di albero. Va tenuta in una zona molto luminosa e con temperatura non inferiore ai 10° C d’inverno; d’estate va portata all’aperto, in mezz’ombra o ombra molto luminosa.

Alcune regole da seguire:

• E’  indispensabile porre l’esemplare nel luogo giusto e fornire acqua e concime coerentemente con le sue esigenze. L’acqua non deve essere troppo fredda né troppo calcarea. Importante anche il drenaggio: terriccio sempre appena umido, mai troppo bagnato, né arido. (è  importante optare per un terriccio specifico come il terriccio bonsai della linea Comfort Line di Vigorplant)

• Il concime: le piante da foglia hanno bisogno di un prodotto azotato, quelle da fiore e da frutto vanno sostenute con fosforo e potassio al momento della fioritura e fino alla comparsa dei frutti. In genere la concimazione avviene in primavera, con una pausa nei giorni estivi molto caldi e una nuova fase di nutrimento da metà agosto a settembre.

• Il rinvaso con cambio di vaso o le semplici operazioni di pulizia delle radici devono avvenire nelle fasi di riposo vegetativo, a fine inverno o fine autunno.

• La potatura, in genere invernale, e la cimatura, primaverile-estiva, si effettuano in base alle esigenze della specie o dello stile; la defogliazione serve invece per favorire la predisposizione dell’albero a formare foglie piccole e numerose.

 

E ora non vi resta che mettervi all’opera!