Aiuole fiorite per chi ha poco tempo: scopriamo il verde con bassa manutenzione

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Giardino | Posted on 05-06-2018

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Aiuole fiorite per chi ha poco tempo

Prendersi cura di un proprio giardino può essere un momento di piacere e di relax per chi abita in una piccola casa in periferia o in provincia, o per chi approfitta di farlo nell’aiuola condominiale nel mezzo di una grande città. Ma può essere un hobby impegnativo per chi, nella frenesia della vita professionale, deve ritagliarsi il tempo per la passione del verde tra mille impegni. Ecco qualche consiglio per creare delle bellissime aiuole fiorite che richiedono una bassa manutenzione e poche attenzioni. In poco tempo e senza troppa fatica!

Read the rest of this entry »

Come e perché coltivare le Graminacee in giardino

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Giardino | Posted on 16-03-2018

Tag:, , , , ,

COLTIVARE LE GRAMINACEE

Coltivare le Graminacee in giardino è una buona soluzione se volute ridurre gli interventi di manutenzione e dare un tocco di originalità al vostro spazio verde. Negli ultimi anni sono molto apprezzate da green designer, specie nel verde pubblico, anche perché sono piante a bassissima manutenzione.

Read the rest of this entry »

I super Gerani! Come coltivare i Gerani con successo!

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Giardino, Il Mio Terrazzo | Posted on 08-12-2017

Tag:, , ,

coltivare i Gerani

Coltivare i Gerani è facile e sono una garanzia di fioriture molto lunghe, vegetazione generosa e non invadente! Molte  sono le  specie che fioriscono senza sosta da maggio a ottobre: alcuni crescono bene tanto in vaso quanto in cassetta e d’inverno non c’è bisogno di metterli al riparo. Ecco qualche piccolo accorgimento per avere dei Super Gerani.

Read the rest of this entry »

UN TOCCO DI ALLEGRIA E LEGGEREZZA CON LE GRAMINACEE

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Giardino | Posted on 18-09-2012

Tag:

source:http://goo.gl/PZ5BE

Molti pensano che le graminacee siano solamente delle erbacce, in realtà ne esistono di molti colori e sono delle ottime erbe ornamentali. Possono essere impiegate per riempire zone vuote del giardino, nelle bordure, per creare basse siepi intorno ai sentieri,  come piante di sfondo per le altre fioriture. Si adattano egregiamente anche alla coltivazione in vaso. La loro adattabilità e la loro bellezza ne fa compagne ideali per le piante da fiore e gli arbusti.

Esistono graminacee adatte a qualsiasi clima, sono piante molto rustiche ed esistono specie che sopravvivono alla siccità o al gelo, come specie che necessitano di acqua abbondante e preferiscono terreni quasi paludosi.

In linea di massima il periodo di interesse di una graminacea va dalla tarda primavera, periodo in cui cominciano a “fiorire”, fino alla fine dell’inverno: quando la maggior parte delle erbacee ha finito la propria stagione vegetativa, le graminacee sono ancora al loro meglio. In autunno, spesso, il colore del fogliame vira al giallo dorato o alle varie tonalità del rosso. In inverno sono magnifiche sotto la neve o dopo una gelata.

source: http://goo.gl/QzEtA

Le graminacee a fogliame blu (come la Festuca glauca), rame o rosso, preferiscono le posizioni soleggiate e sgombre da altre piante perché la loro pigmentazione ha estremo bisogno dei raggi solari. Quelle bianche invece temono il sole pieno che potrebbe bruciare le parti più chiare.

Le graminacee a fogliame giallo (come l’Alopecurus pratensis Aureus) sono invece particolarmente brillanti in primavera per poi tendere a tonalità verdi e preferiscono zone a mezz’ombra ma luminose.

Molte specie e varietà di graminacee ornamentali, in particolare quelle resistenti alla siccità, sono piante dall’apparato radicale notevolmente sviluppato per cui il suolo dovrà essere lavorato in profondità, con l’aggiunta di una buona quantità di letame ben maturo, torba o compost. Dopo la piantagione è necessaria una abbondante annaffiatura e fino all’attecchimento avvenuto le irrigazioni dovranno essere abbondanti. Dopodiché diventano autonome, o quasi.