LAVORI IN ORTO E GIARDINO IN AGOSTO

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Giardino, Il Mio Orto | Posted on 30-07-2013

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

LAVORI IN ORTO E GIARDINO IN AGOSTO

Pronti per il lavori in orto e giardino in agosto? Approfittiamo delle vacanze per seguire al meglio orto e giardino. In questo periodo infatti c’è tanto lavoro da fare! Agosto è il mese della raccolta: si continuano a raccogliere  Pomodori, Zucchine, Melanzane, Cetrioli, Peperoni, ma anche Fagioli e Fagiolini, aromatiche ed è il momento anche di raccogliere l’Aglio e predisporne l’essiccamento.

Possiamo seminare invece Carciofi, Bietole, Cicoria, Cavoli, Indivia, Lattuga, Fagioli, Finocchi, Carote, Cipolle, Prezzemolo, Scarola, Zucchine, Ravanelli, Rape e Rucola. Gli Spinaci possono essere seminati a partire dalla fine di agosto in modo da poterli raccogliere durante l’autunno.

Tutte le piante presenti nell’orto devono essere annaffiate regolarmente  per resistere al caldo tipico di questo mese, ma non eccessivamente, e possibilmente con acqua tiepida.

Anche molta frutta matura proprio in queste settimane, potremo così godere in grandi quantità di prugne, susine e pesche. In alcune zone sono già pronte anche alcune varietà precoci di mele e pere. È bene raccogliere i frutti solo quando sono ben maturi, iniziando da quelli posizionati all’esterno sino ad arrivare a quelli più interni e l’ideale sarebbe farlo durante le ore meno calde della giornata.

LAVORI IN ORTO E GIARDINO IN AGOSTO: NON DIMENTICHIAMO I RAMPICANTI

In giardino è buona prassi rimuovere i fiori non appena iniziano ad appassire, per stimolare la produzione di nuovi boccioli sulle piante ed evitare che le energie vengano convogliate nella maturazione dei semi.

Agosto è anche il tempo delle potature, sia in giardino che nel frutteto. Molte le piante da frutto che a fine mese avranno bisogno di essere potate,  per esempio Albicocco, Pesco e Ciliegio ed è consigliabile farlo durante giornate calde e secche affinché i tagli di potatura possano cicatrizzare al meglio, aumentando le possibilità che la pianta nell’anno successivo possa fruttificare abbondantemente.

Potrà essere necessario cimare anche gli apici di piante rampicanti sempreverdi cresciute troppo come per esempio Gelsomino, Edera o Caprifoglio. Anche i Rosai, rampicanti e non, devono essere potati quando la fioritura è terminata, ma solo quelli non rifiorenti. Una potatura si rende necessaria anche per le siepi e per tutti quegli arbusti ed alberi ormai sfioriti allo scopo di eliminare le parti appassite e stimolare il ringiovanimento della chioma.

Consigli del mese di Febbraio

0

Posted by Vigorplant | Posted in Il Mio Giardino, Il Mio Orto | Posted on 23-02-2012

Tag:

Anche con il freddo si può pensare alla semina e a lavorare nell’orto. Ecco alcune idee.

 

GLI SPINACI

source: goo.gl/OA7Oj

Si possono seminare adesso: tollerano il clima rigido e crescono molto rapidamente. Per avere un raccolto continuo durante la primavera e l’estate, basta seminare  ogni due settimane da febbraio a maggio.

• Il terreno ideale è ricco di sostanza organica (arricchito con composta o letame ben maturo) e in grado di trattenere l’umidità: gli spinaci non tollerano i suoli poveri, aridi o troppo acidi.
• Seminateli in solchi profondi 1,5-2 cm, distanti 30 cm.
• Diradate le pianticelle: se sono troppo fitte crescono deboli.
• Sarchiare spesso per eliminare le infestanti.
• L’irrigazione è importante: lo spinacio richiede un terreno fresco, permeabile e ben drenato; può essere irrigato per aspersione o a goccia.

Sempre nell’orto

• Raccogliete carciofi, cipollotti, finocchi, cicorie, valerianella.
• Seminate sotto tunnel carote, ravanelli, barbabietole, cavolfiori, porri, scarola, finocchi, sedani.
• In piena terra, seminate cipolle, aglio, scalogni, patate, spinaci, piselli, fave.
• Cominciate a seminare le colture estive in ambiente riscaldato e protetto: melanzane, peperoni, pomodori, meloni..
• Lasciate la neve sulla terra dell’orto, perché la protegge. Rimuovetela invece da cassoni e tunnel, dove può provocare danni con il suo peso.

 

UN’IDEA IN CUCINA

Le lasagne alla crema di pesto, ricotta e spinaci:  Un primo piatto vegetariano molto ricco, saporito e sostanzioso, un’ottima alternativa alle tradizionali lasagne preparate con il ragù di carne. Queste lasagne vegetariane, sono realizzate alternando due strati differenti di besciamella mischiata rispettivamente con del pesto, e con della ricotta e spinaci. La provola affumicata dona alle lasagne con crema di pesto ricotta e spinaci un sapore ancora più intenso e saporito, ma possono essere ulteriormente arricchite con qualsiasi tipo di formaggio vi piaccia. Per la loro ricchezza le lasagne con crema di pesto, ricotta e spinaci possono essere gustate anche come piatto unico, magari servite a temperatura ambiente per i vostri pranzi o cene estive!