onda

Ciclo produttivo

La scelta di materie selezionate e l’utilizzo di impianti tecnologicamente avanzati garantiscono l’eccellente qualità dei substrati VIGORPLANT.

Nel nostro stabilimento arrivano, infatti, le migliore torbe di sfagno disponibili sul mercato: quella irlandese fresata e semilavorata e quella baltica in blocchi provenienti da Lettonia e Lituania, destinata all’impianto di calibratura, dove si ricavano le diverse granulometrie. Di provenienza italiana sono pomici, lapilli, perliti, argille, zeoliti e sabbie silicee(FASE 1).

Le torbe, selezionate in base alle caratteristiche strutturali, vengono calibrate e miscelate alle altre materie prime, insieme a concimi, carbonato ed altri additivi. I substrati, che durante tutta la fase della produzione sono sottoposti a rigidi test di qualità, sono formulati per rispondere alle esigenze di ogni tipo di specie vegetale (FASE 2).

Superato il test di qualità il prodotto è destinato al confezionamento per il quale vengono utilizzate nuove tecnologie mai applicate a questo settore, ad esempio l’utilizzo di un robot antropomorfo per le confezioni in balletta (FASE 3) e successivamente allo stoccaggio nell’ampio piazzale con una capacità sino a 60.000 pallet (FASE 4). Il prodotto confezionato arriva quindi presso i migliori punti vendita e ortoflorovivaisti (FASE 5).

Fase 1 - Arrivo delle materie prime

Fase 2 - Miscelazione delle materie prime

Fase 3 - Confezionamento dei prodotti

Fase 4 - Stoccaggio e carico merce

Fase 5 - Arrivo presso i migliori punti vendita ed ortoflorovivaisti



Share